Energia ACN in collaborazione con Engie

Informazioni di carattere generale

  • Il contratto attuale di fornitura di gas ed elettricità deve essere a nome del cliente o del rappresentante legale dell’azienda, vale a dire che il cliente deve essere il titolare attuale dell’account. Per poter attivare la modalità di pagamento a mezzo addebito diretto il cliente dovrà essere in possesso di un conto bancario in Italia.
  • No. I servizi supplementari sono disponibili solo in alcune zone. Selezionando una città sarà possibile verificare se il servizio aggiuntivo è disponibile.
  • No. È possibile effettuare il passaggio solo se il cliente è già titolare di un contratto con un fornitore di elettricità e/o gas e la fornitura è attiva.
  • Per il mercato energetico italiano questo non è consentito. Tutti gli arretrati con il fornitore attuale devono essere saldati prima di passare a un nuovo fornitore.

Cambio di fornitura

  • Egli avrà bisogno dell’ultima bolletta del fornitore attuale, un documento d’identità e un indirizzo e-mail valido.
  • Sì. Prima di poter realizzare un ordine egli dovrà creare un account. Con questo account egli potrà effettuare il cambio fornitore dei servizi presso indirizzi diversi. Per i clienti aziendali si richiede un account aziendale separato.
  • No. Per la fornitura di energia Engie utilizza l’impianto attualmente in uso presso il cliente, che può continuare a servirsi dei contatori e dell’apparecchiatura già in funzione. Il cambio fornitore avverrà senza alcun inconveniente o interruzione del servizio per il cliente.
  • Sì. Il tecnico effettua tutti i controlli previsti dalla legge e rilascia la certificazione richiesta ai fini del libretto di manutenzione della caldaia secondo il DPR 412/93 e successivi.
  • Assolutamente no. Engie si occuperà di tutto ciò che serve a garantire il cambio fornitore efficiente, compresa la disdetta del contratto attuale del cliente.
  • Quando il cliente richiede la fornitura congiunta di gas ed elettricità potrà gestire entrambi i servizi mediante lo stesso account. Inoltre riceverà una bolletta unica, invece di due separate.
  • Sì. Se il cliente decide di non attivare l'addebito diretto, Engie invierà una bolletta cartacea con allegato un bollettino postale. Questa opzione è disponibile solo per alcune offerte, quando il cliente opta per la bolletta cartacea invece di quella elettronica.
  • Si richiede un deposito solo in caso il cliente scelga la modalità di pagamento a mezzo bollettino. L’importo del deposito è stabilito nelle Condizioni Generali di Engie, disponibili online e allegate al contratto.
  • Le Condizioni economiche, i servizi aggiuntivi e le Condizioni generali del servizio sono illustrate sul sito web di Engie, nella sezione Dettagli dell’offerta per ogni piano tariffario. Il cliente riceverà queste informazioni anche quando si abbona ai servizi di Engie.
  • Il cliente è vincolato dalle Condizioni generali di Engie dal momento della conferma dell’ordine online, anche se la documentazione non è ancora stata firmata, oppure la copia del documento d’identità non è ancora stata caricata. Il cliente ha facoltà di annullare l’ordine con Engie, solo durante il periodo di ripensamento. Trascorso questo periodo di tempo, il cliente è vincolato al contratto e sarà trasferito ad Engie.

Risoluzione dei problemi

  • Il cliente dovrebbe controllare la cartella di posta indesiderata, oppure accedere all'area Engie dedicata ai clienti, selezionare il link per la password dimenticata e richiedere l'invio di un nuovo e-mail.
  • Questa tariffa è disponibile per tutte le piccole imprese titolari di partita IVA con un consumo annuale di elettricità fino a 50.000 kWh e di gas fino a 20.000 metri cubi. A causa di norme specifiche, i condomini non possono sottoscrivere questa offerta, tuttavia i proprietari di appartamenti possono trasferire il proprio servizio alle offerte per clienti residenziali.
  • L'emissione del contratto potrebbe richiedere fino a 6 ore. Il cliente dovrebbe controllare la cartella di posta indesiderata e, in mancanza dell'e-mail, dovrebbe contattare il servizio di assistenza Engie (dati disponibili sul sito Engie).
  • Si prega di contattare ACN mediante la pagina di Assistenza per fornire i dati dell’indirizzo del cliente.
  • Per completare il passaggio di fornitura sono necessarie solo le prime 14 cifre del codice POD. La 15ª cifra, se esistente, può essere ignorata.
  • Questo tipo di avvertenza proviene dalla banca dati nazionale SII, non da Engie. Significa che l’azienda distributrice non riconosce la combinazione POD e Codice Fiscale/Partita IVA. Questo potrebbe essere dovuto a vari motivi. Si prega di verificare che il Codice Fiscale e il codice POD del cliente siano gli stessi che figurano sull’ultima bolletta del fornitore attuale. Se i dati sono corretti, ma il cliente continua a ricevere il messaggio di errore, dovrà notificare il fornitore attuale per richiedere la verifica e possibilmente l'aggiornamento dei dati. Successivamente, il cliente dovrà attendere 15 giorni per permettere l'aggiornamento della banca dati nazionale SII e per poter realizzare l'ordine.
  • L’azienda distributrice del gas è municipale. Questa informazione non è obbligatoria, e il sistema compila questo automaticamente quando il cliente clicca su Avanti.
  • Al momento, si supporta una potenza impegnata fino a 16,5 kW (inclusa)
  • Si prega di contattare ACN mediante la pagina Assistenza per consigli su come realizzare un ordine.